La Propoli a 360°

Il nome propoli, deriva dal greco πρόπολη, pro (προ, davanti) e polis (πόλις, città), ovvero “davanti alla città”: le api, infatti, utilizzano questa sostanza per difendere i loro alveari dai pericoli esterni, come malattie o predatori.
 

La propoli è una sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia delle piante, successivamente elaborata con l’aggiunta di cera, polline ed enzimi prodotti dalle api stesse. Il colore può variare moltissimo nelle tonalità del giallo, del rosso, del marrone e del nero. L’odore è fortemente aromatico.


Nel corso di numerosi studi su propoli di varia origine sono stati identificati più di 150 diversi composti biochimici ed altri ne vengono scoperti ancora oggi.


Per semplificare possiamo suddividere i principali componenti in cinque grandi gruppi:

  • resine (45-55%),

  • cera e acidi grassi (25-35%),

  • oli essenziali e sostanze volatili (10%),

  • polline (5%),

  • composti organici e minerali (5%).

È molto probabile che, presso gli Egizi, la propoli fosse una delle sostanze usate per la mummificazione (la "resina" che viene citata nelle fonti storiche). Più tardi è stata utilizzata come vernice per strumenti musicali dai maestri liutai. Viene usata anche nella produzione di caramelle e in soluzione alcolica contro il mal di gola e le infezioni orali. In virtù delle innumerevoli attività benefiche, i prodotti a base di propoli sono ammessi anche in agricoltura per la difesa delle colture.


Quanto alla salute, le sue innumerevoli attività si possono riassumere in :

Proprietà batteriostatiche e battericide
Numerose sperimentazioni hanno dimostrato sia in vivo che in vitro la capacità della propoli in soluzione alcoolica alla concentrazione dal 10 al 20% di inibire lo sviluppo di vari ceppi batterici. Tali proprietà possono essere più o meno evidenti a seconda della presenza nella propoli di acido benzoico, acido ferulico, galangina e pinocembrina le cui proprietà antibatteriche anche a basse concentrazioni sono da tempo note.


Proprietà fungicidi
I preparati a base di propoli sono risultati particolarmente attivi contro infezioni da Candida, saccaromiceti, tricofili e microspori in grado di provocare numerose affezioni parassitarie (micosi) sull'uomo e gli animali. La propoli svolge azione fungicida anche nei riguardi di alcuni funghi che attaccano il mondo vegetale.


Proprietà antivirali
La Propoli svolge un'azione di inibizione nei confronti di alcuni tipi di herpes, il corona virus e circa 10 tipi di infezioni virali. Tale proprietà sarebbe dovuta essenzialmente alla frazione idrosolubile della Propoli.

Proprietà cicatrizzanti
Da sempre la propoli è stata impiegata sottoforma di unguento come cicatrizzante grazie alla notevole capacità di stimolo della rigenerazione dei tessuti in caso di ferite e piaghe.

Proprietà immunostimolanti
L'impiego della propoli potenzierebbe l'azione dei vaccini (come quelli contro il tifo e paratifo) come evidenziato da numerosi studi effettuati sui vitelli.



Proprietà vasoprotettiva
Sempre grazie all'azione dei flavonoidi che costituiscono il cosiddetto 'fattore P' la propoli svolgerebbe un'azione di prevenzione della permeabilità e fragilità capillare.

Proprietà antiossidanti e antiirrancidenti
La presenza di fenoli consentirebbe l'impiego della propoli anche nella conservazione dei grassi e degli alimenti in genere in sostituzione degli additivi chimici.

 

Oltre a queste proprietà la propoli assunta per via interna migliorerebbe la secrezione dei succhi gastrici, è diuretica, favorisce l'assimilazione della vitamina C, funge da antisenile per l'effetto antiossidante e attivante dei complessi enzimatici.
Attualmente il maggior impiego della propoli rimane comunque quello esterno come disinfettante, cicatrizzante e lenitivo, attraverso soluzioni, unguenti e pomate.
In commercio la propoli si trova sotto forma di soluzione idroalcolica (si utilizza per preparare gocce per i gargarismi, collutori e sciroppi), di estratto secco (si ottiene una polvere per fabbricare compresse anche effervescenti e bustine solubili che permettono un assorbimento rapido da parte dello stomaco) e di soluzione idroglicerica priva di alcol, ideale per preparare gocce particolarmente indicate per i bambini.






 

Please reload

Post in evidenza

Combattiamo l’influenza!!!

October 23, 2019

1/10
Please reload

Post recenti

June 19, 2019

March 21, 2019

February 26, 2019

January 21, 2019

Please reload

Follow Us
Please reload